[Tattiche FM17] 4-1-2-3 Zdeněk Zeman

Allenare una squadra ricca di giovani talenti ma poco conosciuti, portarla alla vittoria praticando un calcio spettacolare, sono solo alcune delle prerogative che tanto ci fanno apprezzare FM.

Ma se dovessimo pensare alla realtà, chi sarebbe il nostro alter ego se non Zdeněk Zeman?

Allenatore boemo cresciuto in provincia e capace di sviluppare un gioco unico nel suo genere, un allenatore che ha conquistato pochi trofei in carriera ma allo stesso tempo ha regalato innumerevoli emozioni a tifosi e amanti del calcio.

 

FILOSOFIA TATTICA

La storia di Zeman è degna di un romanzo, fuggito dalla Cecoslovacchia dopo l’invasione comunista da parte dell’Unione Sovietica, trova in Italia la libertà che nel suo paese non gli poteva più esser garantita.

Professore di educazione fisica e appassionato di sport, quali hockey, pallanuoto e pallamano, inizia su pressione dello zio a studiare per diventare allenatore di calcio.

Gli inizi come allenatore della Primavera del Palermo gli aprono le porte del Licata, lui che esordiente, con una squadra interamente composta da giocatori del vivaio riesce a vincere nel 1985 il campionato di C2.

Il suo nome, almeno nelle serie inferiori inizia a girare e il vulcanico presidente del Foggia Casillo lo mette sotto contratto per disputare il campionato di C1, colpito dalla tipologia di gioco espressa dal Licata proprio contro la compagine pugliese nella stagione precedente.

A Foggia rimarrà solo per 27 giornate, dopo una breve parentesi al Parma, si rimette in gioco a Messina dove oltre al miglior attacco avrà il merito di valorizzare Totò Schillaci, quell’anno infatti sarà capocannoniere di B.

Casillo però non l’ha dimenticato e dopo la promozione in B decise di richiamarlo alla guida del Foggia, decretando l’inizio della storia che noi tutti conosciamo come Zemanlandia!

La definizione “maestro di calcio” non può che trovare miglior interprete nella figura di Zeman.

“Alcuni giocatori si lamentano che li faccio correre troppo? A Pescara vivo sul lungomare, e ogni mattina alle 6 vedo un sacco di persone che corrono. E non li paga nessuno.”

Da buon professore di educazione fisica una preparazione adeguata è fondamentale per mantenere certi ritmi nell’arco dei 90 minuti.

Celebri le sue particolari preparazioni fisiche atte a sviluppare una condizione superiore rispetto alla media, difatti in campo le squadre del boemo volano!

Il metodo Zeman parte proprio da questa prerogativa esclusivamente fisica.

Attento osservatore, ha sempre dichiarato che le sue idee siano state partorite soprattutto leggendo e ammirando le gesta dell’Ajax di Ştefan Kovács vincitore di ben due Coppe dei Campioni consecutive con gli olandesi.

Proprio nell’Ajax del Calcio Totale ha trovato ispirazione proponendo il suo 4-3-3, modulo a quei tempi poco utilizzato visto che il 4-4-2 e il 3-5-2 la facevano da padrone in Italia.

“Modulo e sistemi di allenamento non li cambierò mai, qui a Roma come in un’altra città. Per coprire il campo non esiste un modulo migliore del 4-3-3.”

Come dargli torto, in base alla posizione e ai movimenti in successione il 4-3-3 o meglio 4-1-2-3 è il modulo che crea più angoli, così da avere superiorità numerica in ogni zona del campo. Inoltre questo favorisce il gioco fluido creando più opzioni di passaggio.

rondo_zpsyfcavemd

Queste nozioni base sono arricchite dalle idee di Zeman in base allo sviluppo del gioco, possiamo elencare:

  • Difesa altissima con marcatura a zona
  • Sviluppo del gioco partendo da dietro spesso verso i terzini
  • Utilizzo delle catene laterali, terzino/mezz’ala/ala
  • Sovrapposizioni continue sulle fasce, terzino/ala
  • Il regista è il fulcro del gioco
  • Inserimento centrale senza palla delle mezz’ali
  • Ali e punta molto fluide, incrociano spesso le loro posizioni per favorire gli inserimenti da dietro
  • Scambi veloci e in verticale
  • Pressing alto
  • Atteggiamento molto offensivo

Zeman nell’arco della sua carriera non ha mai variato i suo dettami risultando molto ermetico.

zemanstory_zpswkwtbonl

In questo screen ho preso in esame le formazioni delle squadre che più hanno rappresentato la filosofia del boemo. Come potete vedere giocatori diversi ma caratteristiche molto simili fra loro.

In base ai ruoli partendo dalla difesa possiamo distinguere:

  • Portiere libero, bravo coi piedi e nelle uscite
  • Due difensori centrali, veloci bravi nell’anticipo e nell’impostazione
  • Due terzini fluidificanti molto propositivi
  • Un regista centrale dotato di visione di gioco ma capace di interdire
  • Due mezz’ali mobili forti fisicamente con ottima resistenza e capacità di far male davanti
  • Due seconde punte/ali veloci, ottimo dribbling e incisive sotto porta
  • Punta completa, veloce, buon dribbling e letale sotto porta

Zeman nel corso della carriera ha valorizzato innumerevoli giocatori, riuscendo a trarre il meglio da loro, spesso trasformando un giocatore normale in formidabile.

“Talvolta i perdenti hanno insegnato più dei vincenti. Penso di aver dato qualcosa di più e di diverso alla gente.”

 

EMULAZIONE TATTICA

L’emulazione tattica di Zeman è molto apprezzata in Italia ma allo stesso tempo difficile da realizzare.

Per cercare di rendere la tattica il più verosimile possibile mi sono affidato a varie letture oltre a questo video che trovo molto interessante.

Zemanlandia: analisi tattica del primo Foggia di Zeman. Amarcord di una grande calcio

istruzeman_zpsneoslvhl

Analizzando le istruzioni squadra possiamo subito notare come la disposizione in campo sia molto fluida con una mentalità di controllo.

Ritmo veloce per favorire gli uno-due, ampiezza del gioco stretta per rendere la squadra compatta e favorire gli scambi.

La difesa gioca altissima e attua un fuorigioco estremo, il pressing alto è un’altra prerogativa del calcio Zemaniano.

Sviluppo del gioco dalle retrovie e utilizzo costante delle catene laterali, questo favorisce le sovrapposizioni dei terzini.

In base ai ruoli dei giocatori già elencati in precedenza nella filosofia tattica, possiamo notare come in game il duo delle mezz’ali sia rappresentato da un centrocampista di quantità e un centrocampista/attaccare.

Le due ali si suddividono invece in un trovaspazi sulla sinistra e un attaccante esterno sulla destra. Consiglio di non utilizzare le ali a piede invertito soprattutto per quanto riguarda l’ala destra.

Zeman solitamente ha sempre preferito punte sguscianti che abbinino qualità di movimento oltre che di passaggio. Attualmente nel Pescara gioca Cerri il quale non rappresenta a mio modesto parere il prototipo dell’attaccante Zemaniano. Basta pensare a Baiano, Immobile, Osvaldo, Balbo e molti altri che come caratteristiche sono ben diversi dal pescarese.

 

OI’s

Per le istruzioni avversario ho realizzato una mini guida in .pdf scaricabile: Qui

Consiglio altresì di affidarsi ad un allenatore in seconda abile tatticamente, questo aiuterà a personalizzare per ogni avversario le vostre OI’s.

Kenneth Perez per quanto mi riguarda è il migliore.

 

Conclusioni

  • Tattica testata con Lazio, Siviglia e Ajax
  • Fate apprendere in maniera adeguata la tattica
  • Per gli allenamenti seguite la mia guida sul forum, per questa tattica in modo particolare mettete il focus su movimenti offensivi molto più spesso del solito
  • Gestite la rosa e fate turnover, più i giocatori sono in forma e più faranno la differenza
  • In fase di mercato puntate su resistenza e velocità come peculiarità principali

 

Si conclude qui l’emulazione tattica di Zdeněk Zeman, per ogni dubbio o delucidazione non esitate a scrivermi qui oppure sul mio account Twitter.

 

DOWNLOAD

 

Annunci

84 thoughts on “[Tattiche FM17] 4-1-2-3 Zdeněk Zeman

  1. Wow, fantastica. Scarico e provo anche questa. Grazie ancora Bopho!

    PS: sai, stavo pensando che, almeno per me, sarebbe molto bello poter leggere una tua carriera. Dove magari racconti come affronti le partite, il mercato e gli allenamenti che fai, e come porti al successo le tue squadre. So che richiede molto tempo, ma sarebbe davvero molto bello se ci fossi tu a raccontarla.
    Complimenti ancora per questa chicca.

    Mi piace

    • Caio Cizzu, si questa rappresenta un amarcord per tutti gli amanti di FM. Per quanto riguarda la carriera mi è difficile perchè richiede davvero troppo tempo, però vediamo se ci sarà modo di fare qualcosa! Grazie cmq per l’apporto!! 😉

      Mi piace

  2. Ciao Bopho la provo subito ! questa tattica calza bene sia con la lazio – torino e sassuolo secondo me… nel torino metto iago tsz e ljajic ate ? visto che non bisogna metterli con piede invertito. grazie

    Mi piace

  3. Bophonet sei un genio! La sto testando con il Chievo e ho battuto Fiorentina – Inter – Bologna in Coppa Italia!!
    La tattica emula alla perfezione il pensiero di gioco di Zeman.
    Continua così!

    Mi piace

  4. Bopho complimenti !! Mi sto divertente con toro usando questa tattica 😁 Il trio li davanti fa veramente paura infatti sono a gennaio e tutte le big vogliono belotti e iago .. hai da consigliare un trovaspazi ?

    Mi piace

  5. Ciao bophonet grazie per tutto il suo grande tattico
    Ho appena fatto un adeguamento al marchio attaccante il più possibile con il maggior ZEMAN
    così mi sono messo a “attacco” l’attaccante completo 1 ° gioco 3 gol per lui
    quanto profitto, in media, il club si contrassegna sulla stagione?

    Mi piace

  6. Ciao Bopho, sono anni che ti seguo da dietro le quinte (se così si può dire).

    Ho testato tutte le tue tattiche e devo dire che le Tuchel 17 sono fantastiche, di cui la 4231 particolarmente degna di nota.

    Per quanto concerne l’emulazione del Boemo, avrei pensato a queste modifiche tattiche, e mi piacerebbe sapere cosa ne pensi:

    Pol At, con le istruzioni individuali da te settate

    TF At sx, con le istruzioni individuali da te settate

    TF At dx, con le istruzioni individuali da te settate per il TF At sx

    2 DC Df, con le istruzioni individuali da te settate

    RAr So, con le istruzioni individuali da te settate per il Reg So

    2 CCQ So, con le istruzioni individuali da te settate per il CCQ So (sx) + vai avanti appena possibile + muoversi negli spazi

    2 AtE So, con le istruzioni individuali da te settate per l’AtE So (dx) + gioca più stretto + marcatura stretta

    PCo So, con le istruzioni individuali da te settate

    Istruzioni Squadra da te settate

    Ti ringrazio per il supporto, ancora complimenti! 🙂

    Mi piace

    • Ciao Rz, intanto ti ringrazio per i complimenti! Per le modifiche sulla tattica di Zeman vorrei dirti che tutte quelle che hai menzionato tu sono varianti che in fase di test ho provato io stesso. Però a mio modo di vedere quando emuli una tattica devi tener conto, oltre all’efficacia della stessa, i movimenti il più possibile simili a quelli reali. Io ormai non ragiono più in base ai ruoli ma a come i giocatori si comportano in campo. Le tue indicazioni seppur costruttive, andrebbero a variare questo mio concetto facendo diventare la tattica magari efficace ma lontana dall’idea di Zeman. Cmq ognuno è libero di modificare come meglio crede le mie tattiche sapendo che i risultati potrebbero variare! 😉

      Mi piace

  7. Bophonet sto notando che a livello difensivo si prendono troppi contropiedi . Ho messo click su contrasti aggressivi e marcatura stretta e vedo che va molto meglio.

    Mi piace

    • Ciao Dani, ma questa è un’emulazione..Zeman gioca a zona in un sistema molto ermetico! Mettendo marcature strette viene meno ai dettami del Boemo..però se tu ti trovi meglio per puro spirito ludico, buon per te! 😉

      Mi piace

    • Lo spirito di Zeman è quello di segnare un gol in più rispetto all’avversario, è una vera e propria filosofia. Io sto giocando con la Lazio attualmente e non subisco tutti questi contropiedi. Durante la gara fai attenzione ai cambiamenti che apporta l’allenatore avversario..perchè le OI’s vanno cambiate in base a questo, avere un buon secondo a livello tattico è fondamentale. Non so se hai notato ma soprattutto nel secondo tempo e in base all’andamento della gara l’avversario cambia sia atteggiamento che molto spesso formazione, soprattutto se vuole offendere o difendere il risultato. In quel caso le OI’s vanno cambiate per adattarsi alle nuove impostazione. Ecco perchè sono sempre stato restio a impostare OI’s prestabilite. Le inserisco nelle mie tattiche perchè me le richiedono ma solitamente non le utilizzo mai e fidati che chi le inserisce come la chiave di volta del gioco non ha capito molto! 😉

      Mi piace

    • Grazie Knivor ma non mi piace la disposizione in campo data da quella tattica, i movimenti devono essere congrui al gioco di Jardim ma in un 4-4-2 semplice. Considera che i mediani in fase offensiva si catapultano in area e con quella disposizione questo non potrebbe avvenire se non saltuariamente. La particolarità della tattica di Jardim è proprio questa , portare più uomini possibile in area per creare densità e quindi più occasioni da rete. La tattica che ha presentato quel tattico non si attiene alla reale disposizione oltre che atteggiamento!

      Mi piace

  8. Si vero alla fine Jardim usa un 4-4-2 standard che diventa un 4-2-2-2 con le due ali strette e i due terzini che spingono in avanti se non erro. Giocano molto nella metà campo avversaria

    Mi piace

      • Nel senso che la studio così per fatti miei , ma senza fare alcun video . Per ora mi vedo i video delle partite del Monaco e sto cercando di tradurre qualche articolo scritto in francese sulla sua tattica (anche se non è il mio forte quella lingua 😀 ) .

        Mi piace

  9. Ciao bopho, ho una squadra molto tecnica e poco fisica, soprattutto sulla trequarti (indicativamente un 4-2-3-1) quale delle tattiche mi consiglieresti? La Heynecks?, la pochettino?, la klopp?, altre?

    Mi piace

  10. Bophonet avrebbe chiesto q emulare le tattiche di Gioia massimiliano, q viene molto bene nella Juventus e sempre con diversi sistemi già utilizzati 3-5-2,4-3-1-2,4-3-3 e 4-2-3-1 è un buon tecnico e sarebbe molto utile per guardare la vostra percezione su di esso grazie

    Piace a 1 persona

  11. Bopho, dopo quanto tempo secondo te è consigliabile cambiare tattica?
    La cpu dopo un lasso di tempo abbastanza variabile, prende le contromisure della tua tattica e tu devi fare qualcosa, o la cambi in toto o apporti modifiche sostanziali.
    Sto utilizzando la tua di Zeman nella più bassa divisione inglese. Funziona meravigliosamente, o almeno lo ha fatto per 6-7 mesi (i due centrocampisti si muovono splendidamente, con inserimenti e passaggi illuminanti, complimenti davvero! è un piacere vederli giocare, peccato solo che dispongo di giocatori qualitativamente scadenti.. non vedo l’ora di poter utilizzarla con una rosa superiore). Adesso però sto andando incontro a sonore sconfitte, sopratutto in trasferta. Cosa mi consigli di fare? Cambiare tattica? Insistere con questa, applicare delle modifiche? Poi, altra domanda. Se una tattica viene resa inefficace dalla cpu, c’è comunque la possibilità di ritornarci dopo un po’ di tempo? Ad esempio parto con il tuo 4123 Zeman, poi passo ad un 4231.. per poi tornare nuovamente alla 4123.
    Insomma dimmi in base alle tue esperienze.
    Grazie.

    Mi piace

    • Ciao Cizzu, hai ragione purtroppo la CPU dopo un pò riesce a prenderci le misure, in questo ci sono due modi di agire: – Cambiare tattica, quindi potresti scegliere tattiche verosimilmente adatte alla rosa attuale.
      – Variare la tua tattica in base alle impostazioni, quindi allo stile di gioco, non conosco il tuo livello di esperienza su FM ma quest’ultima opzione la consiglio solo per i più esperti.

      Ciao!

      Mi piace

  12. Ciao, ho iniziato ad utilizzare questa tattica in serie B con il Frosinone, arrivato in panchina che era decimo e 20punti di distacco dalla
    Prima,ho vinto il campionato con record di gol segnati. Dici che per la serie A la tattica può rispondere dignitosamente con il Frosinone?

    Mi piace

    • Scusami se non ti ho risposto subito ma ogni tanto alcuni messaggi vanno in automatico in spam..Cmq si puoi tranquillamente tentare l’avventura col Frosinone anche in A, ovviamente non aspettarti di vincere il campionato!!! 😉

      Mi piace

  13. Questa tattica è spettacolare!
    L’ho usata in una carriera con gli spurs arrivando a 15 vittorie consecutive e mi sto trovando bene anche in una con il Torino.
    Gli unici problemi che sto avendo sono con il Trovaspazi a sinistra,finisco sempre per metterci un esterno sinistro e cercando di adattarlo facendolo allenare,però mi sembra sempre che non renda al meglio.
    Hai qualche esempio di giocatore che ci starebbe bene? Altrimenti dovrei semplicemente cambiare ruolo ma si perderebbe il senso della tattica ispirata a Zeman, ed in più non so se darebbe gli stessi risultati.
    Aspetto con ansia un tuo nuovo lavoro, da tifoso del Napoli mi piacerebbe tanto vedere un tuo lavoro ispirato a Maurizio Sarri 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...